English Version - Version Français

COSA VEDERE A TORINO

Itinerari turistici, monumenti e musei da non perdere.


Il modo migliore per visitare Torino, come tutte le città ricche di storia, arte e architettura, è quello di scoprirla a piedi e di utilizzare i mezzi pubblici solo per gli spostamenti più lunghi. La pianta quadrata della cittą, eredità del suo passato romano, renderà facile l'orientamento per il turista, il quale potrà considerare le principali piazze e i monumenti come punti di riferimento.

Ipotizzando un soggiorno in città della durata di un weekend, con il pernottamento in hotel per almeno una o due notti, l'itinerario qui proposto per visitare Torino ha come punto di partenza Piazza Castello, situata in pieno centro storico. Sul "Salotto di Torino" si affaccia il nuovo Polo Reale che riunisce in un unico complesso architettonico alcuni tra i musei più importanti di Torino come: Palazzo Reale, residenza ufficiale dei Savoia fino al 1865, l'Armeria Reale, il Museo di Antichità e la Galleria Sabauda, una delle pinacoteche più interessanti d'Italia. Si affiacciano su Piazza Castello anche la Chiesa di San Lorenzo e Palazzo Madama, edificio caratterizzato dalla preziosa facciata barocca progettata da Filippo Juvarra, oggi è sede del Museo Civico d'Arte Antica della Città di Torino.






Alle spalle di Palazzo Reale, si erge la cupola della Cappella della Santa Sindone (la prossima Ostensione è in programma per il 2015), capolavoro barocco di Guarino Guarini che arricchisce il Duomo rinascimentale di Torino. Nei pressi del Duomo (Cattedrale di San Giovanni Battista) si possono ammirare anche i resti di una Porte Palatine di Torino delle quattro Porte romane (la porta Principalis Sinistra, oggi Porta Palatina) che ancora nel medioevo fungevano da ingresso alla città e l'area archeologica, la quale conserva i resti di un antico teatro romano risalente al I secolo d.C.

Da Piazza San Giovanni, percorrendo Via 4 Marzo, si possono ammirare alcuni edifici di epoca medievale. Consigliamo poi di svoltare a sinistra e seguire il percorso: Via Porta Palatina, Via San Tommaso e Giuseppe Barbaroux; cosi facendo scoprirete la Contrada dei Guardinfanti, una delle zone più antiche di Torino ricca di vicoli suggestivi e botteghe d'altri tempi.

Proseguendo verso Via Pietro Micca si ritorna poi in Piazza Castello, la quale può essere considerata il cuore di Torino, da essa si diramano le principali vie cittadine dedicate allo shopping: Via Garibaldi, Via Po e le lussuose Via Lagrange e Via Roma. Percorrendo i portici di quest'ultima, un susseguirsi di vetrine scintillanti conduce il turista fino a Piazza San Carlo, zona recentemente restaurata e resa pedonale, sulla quale si Torino, Caval'd'Brons in Piazza San Carlo affacciano i dehors degli storici caffè, un tempo frequentati da reali, nobili e scrittori. Al centro della piazza domina il Caval'd'Brons, celebre monumento equestre in onore di Emanuele Filiberto, opera dello scultore Carlo Marochetti (1838). Via Roma si estende per oltre 750 metri e termina con i giardini di Piazza Carlo Felice sulla quale si affaccia la Stazione FS di Porta Nuova, edificata tra il 1865 e il 1868.

Da Piazza San Carlo, percorrendo Via Maria Vittoria per un centinaio di metri, si arriva nei pressi del Museo Egizio (da visitare sicuramente!) considerato, per il valore dei reperti, il più importante del mondo dopo quello del Cairo. Proseguendo su Via Accademia delle Scienze, in direzione Piazza Castello, si potranno ammirare Palazzo Carignano, edificio costruito su progetto di Guarino Guarini che fu sede del primo parlamento italiano ed oggi ospita il nuovo Museo Nazionale del Risorgimento, e lo splendido Teatro Carignano (progetto di Benedetto Alfieri del 1752), recentemente riaperto al pubblico dopo un lungo periodo di restauri. A fianco degli ingressi al teatro si trova lo storico Galleria Subalpina, centro storico di Torino Ristorante Il Cambio, nel quale è ancora possibile vedere il tavolo dove era solito sedersi Cavour. A pochi metri da Palazzo Carignano, con accesso da Via Cesare Battisti, si può percorrere la Galleria Subalpina: un elegante passaggio coperto in ferro, realizzato da Pietro Carrera nel 1873 e caratterizzato da arredi e decorazioni tipiche dell'architettura liberty di inizio '900.

Continuando l'itinerario per visitare Torino e giunti nuovamente in Piazza Castello, nei pressi di Palazzo Madama, si possono percorrere i portici di Via Po, strada che conduce fino a Piazza Vittorio Veneto, una delle piazze più grandi d'Europa, interamente porticata e recentemente restaurata e resa pedonale. Da essa si può ammirare la Chiesa della Gran Madre di Dio e il Monte dei Cappuccini dove, nell'omonimo Torino, Chiesa Gran Madre convento del XVI secolo su progetto di Ascanio Vittozzi, si trova il Museo della Montagna e dal quale si gode di un bel panorama sulla città e parte della collina torinese. Piazza Vittorio Veneto è molto amata dai torinesi anche per i numerosi locali notturni e bar frequentati a tutte le ore del giorno. Da Via Po, percorrendo Via Montebello, si raggiunge l'edificio simbolo di Torino, la Mole Antonelliana (alta 167 metri), la quale ospita il Museo Nazionale del Cinema (museo da visitare assolutamente) e l'ascensore panoramico che porta i turisti fino al tempientto, ad un'altezza di 85 metri, dal quale nelle giornate di bel tempo i visitatori possono ammirare un eccezionale panorama a 360 gradi sulla città, sulla collina torinese e sull'arco alpino con le sue cime innevate per gran parte dell'anno. (Info su: cose da fare a Torino.)

Per visitare ogni museo citato, è bene prevedere almeno 2.30/3 ore; il consiglio personale è quello di suddividere questo itinerario turistico su almeno due giorni. Chi dispone di più tempo, può concedersi la possibilità di ampliare il percorso e visitare altri siti culturali molto importanti di Torino. Luoghi di interesse turistico possono essere: il centro commerciale 8Gallery all'interno del Lingotto (ex stabilimento Fiat) e il nuovo Museo dell'Automobile (entrambi raggiungibili da Porta nuova con la linea 1 della metropolitana - fermata Lingotto), il Borgo Medievale e il Parco del Valentino (raggiungibile da Porta Nuova con il tram 9 o dai Murazzi sul Po con il battello GTT), oppure la Basilica di Superga, situata a 650 m.s.l.m sulla Collina Torinese e raggiungibile con l'originale funicolare "Dentera" (vedi cose da fare a Torino. Presso la Basilica è possibile visitare anche le tombe dei Savoia mentre dal parco circostante, nelle giornate più limpide, si può godere di un ottimo panorama sulla città di Torino. Da non perdere, inoltre, l'occasione per visitare la Reggia di Venaria con i suoi grandiosi giardini e le splendide mostre temporanee o i saloni, appena riaperti, della Palazzina di Caccia di Stupinigi.

Per scaricare la mappa del centro storico di Torino e avere informazioni sui servizi turistici GTT visitare la pagina: cose da fare a Torino.

Offerte hotel a Torino



Cosa vedere a Torino: immagini del centro storico




Torino raccontata da Carlo Massarini